I luoghi falsati delle vicende cristiane (Parte 1)


Abbiamo ormai constatato che lo strumento usato dai 'falsari cristiani' per confondere le tracce fu quello di cambiare/duplicare i nomi dei personaggi. Per riuscire meglio nel loro intento spostarono l'esposizione delle cronache non solo nel tempo (eclisse dell'83 dc), ma anche nello spazio: la toponomastica ha subito pesanti interpolazioni in modo da sviare il lettore nell'identificazione geografica, soprattutto per quanto riguarda importanti città, quali Cesarea ed Edessa.

La Samaria, patria del 'Padre': Doc 861

Mare o lago di Galilea? Doc 864

Betània, Betfage e Betsàida: Doc 865

Da Nazaret a Cesarea di Filippo: la città di Giuda Iscariota: Doc 866 e Doc 867

Emmaus: Doc 870 e Doc 871

Simon Mago, il 'buon samaritano': Doc 872

Edessa, un tempo chiamata Antiochia: 

Mac

Prosegue in Parte 2